#EndSARS Protest: ho ricevuto maledizioni sul mio telefono – Buhari’s Aide, Femi Adesina

Posted by on Oct 16, 2020, Under: News

#EndSARS Protest: ho ricevuto maledizioni sul mio telefono – Buhari’s Aide, Femi Adesina

Femi Adesina, consigliere speciale del presidente per i media e la pubblicità, ha rivelato di aver ricevuto insulti dopo che le notizie secondo cui non era a sostegno delle proteste in corso #EndSARS circolate online.

In un lungo articolo intitolato “An Enemy of the People” che ha condiviso giovedì 15 ottobre, Femi Adesina ha insistito sul fatto che non ha mai consigliato al presidente di ignorare le proteste #EndSARS che scuotono la nazione.

Il portavoce presidenziale ha inoltre affermato che non gli è mai stata data la possibilità di rispondere alla richiesta.

Leggi il suo articolo qui sotto;

Per oltre una settimana, il sistema politico è stato soffuso di ciò che il presidente Muhammadu Buhari descrive come “autentiche preoccupazioni e agitazioni da parte dei nigeriani per l’uso eccessivo della forza e in alcuni casi le uccisioni extragiudiziali e la condotta illecita da parte degli uomini delle forze di polizia nigeriane. . “

E anche in quel periodo di tempo ho fatto sforzi stridenti per posizionarmi come un nemico del popolo. Sforzi molto seri da parte di persone meschine, che sono semplicemente intenzionate a generare odio e animus contro altre persone, per nessun altro motivo se non per un senso di compiaciuta soddisfazione.

Al secondo anno di corso all’università di Ife nel 1982, uno dei testi raccomandati per noi nel corso di letteratura inglese era Enemy of the Public dello scrittore norvegese Henrik Ibsen. Ricordo di aver viaggiato da Ile-Ife alle famose librerie Odusote di Ibadan per procurarmi il libro, insieme ad altri testi consigliati.

Il termine nemico del popolo ha avuto origine in epoca romana come hostis publicus, che se tradotto direttamente significa “nemico pubblico”, qualcuno che agisce contro il gruppo più ampio, anzi, contro la società.

Fatti nominare per servire in una posizione pubblica elevata in Nigeria e affronterai automaticamente un po ‘di odio, anzi di disapprovazione. Si è unito a coloro che sono venuti a rubare i nostri soldi. È venuto per guadagnare un grosso stipendio. Si prenderà cura di lui dal tesoro pubblico, mentre noi dobbiamo essere schiavi e faticare prima di guadagnarci da vivere. Ci parlerà da un cavallo alto, altezzoso e sbuffante, mentre davanti a lui sembriamo cavallette.

A loro non importa mai cosa eri e da dove vieni. Per loro non importa se hai abbassato parecchie tacche nel tuo reddito per servire il tuo paese. Hai fatto pressioni per il lavoro o no, non importa. Nel momento in cui vieni nominato in una posizione di governo, sei pronto a diventare un nemico del popolo.

La prima salva è arrivata domenica da un falso giornalista suicida che esercita il suo mestiere con uno straccio online chiamato Peoples Gazette. Ha pubblicato che il presidente Muhammadu Buhari avrebbe approvato lo scioglimento della Squadra speciale anti-rapina (SARS) il venerdì precedente, ma era stato convinto a non farlo dal suo portavoce, Femi Adesina. Capita di essere io, e l’informazione mi è arrivata come una notizia virulenta e odiosa.

Ancora una volta, il lavoro di scure mascherato da notizia, ha aggiunto che ho convinto il presidente a non cedere mai la sovranità del governo ai “guerrieri di Twitter”, qualunque cosa significhi.

Inoltre, ha detto che a causa delle mie convinzioni antipopolari, avevo rilasciato una dichiarazione contro i manifestanti di EndSARS, che aveva ricevuto un’ampia condanna da parte del pubblico in generale.

Diverse falsità risaltavano dalla presunta notizia. Uno, quello che il giornalista ha affermato non è mai accaduto. Che io abbia convinto il presidente Buhari a non demolire la SARS deve essere esistito solo nella sua immaginazione feconda ma malata. Su quale verità si basavano quelle informazioni? Nessuna. Ho parlato con me o con qualcun altro per autenticare le presunte informazioni? Affatto. È chiaramente fallito il test di obiettività, che ogni buona notizia deve superare.

Quindi, il rapporto diceva che avevo rilasciato una dichiarazione contro le proteste di EndSARS, che avevano ricevuto un’ampia condanna. Dove, quando, come? A quella data non avevo detto una parola, né privatamente né pubblicamente, contro le marce pubbliche. Qualsiasi giornalista decente avrebbe controllato e citato la data e il contenuto di tale dichiarazione, se mai esistita.

Ma il giornalista infernale ha semplicemente pubblicato bugie contro di me, non obbedendo ai dettami della nobile professione. E poiché siamo nell’era dei media digitali, caratterizzata da sommosse e incoscienza, le persone hanno iniziato a condividere la storia malvagia e falsa. Il complotto per trasformarmi in un nemico del popolo era in pieno svolgimento.

Ho rilasciato una controreplica alla falsa storia di un reporter altrettanto falso, confutando tutte le sue affermazioni. Molte persone mi credettero. Ma un numero altrettanto elevato di persone si è rifiutato di credere e ha continuato a condividere e fornire il rapporto malvagio. Perchè no? Alcune persone si divertono a credere semplicemente al peggio delle altre persone, e nessun argomento superiore le convincerebbe mai. Ovviamente Barrabas l’assassino era preferito a Gesù nei giorni biblici.

Lasciate che vi parli del mio minimo contatto con questo non credibile, famigerato fornitore di rapporti falsi, che ora pubblica la Peoples Gazette online. Ha lavorato per Premium Times, uno dei giornali online più professionali che abbiamo. Negli ultimi cinque anni, da quando sono arrivato a servire nel governo, mi aveva chiamato diverse volte nel tentativo di bilanciare le storie. Gli darei la parte del governo, in particolare la Presidenza. Ma ogni volta che le storie venivano fuori, le avrebbe distorte per servire i suoi capricci e altri fini predeterminati. Ciò che sarebbe stato pubblicato non sarebbe in alcun modo simile a quello che gli avevo detto, eppure me lo accrediterebbe.

L’ha fatto una volta, pensavo fosse un caso. Lo ha fatto la seconda volta, pensavo fosse una coincidenza. Quando l’ha fatto la terza volta, ho capito che era un’azione deliberata del nemico.

Ho chiamato il suo editore, Musikiliu Mojeed, e ho supplicato che ogni volta che il suo medium avesse qualcosa da confermare o controllare con me, avrebbe dovuto inviare un giornalista più sano e professionale.

È lo stesso giornalista stracciato che ora è diventato l’editore della Peoples Gazette. Un vero pericolo per oggi e domani, ora un Editore. Vergogna! Il giornalismo online prende tutti i tipi: il ladro, il bugiardo, il magnaccia, l’assassino di penna e tutti i tipi di cattivi. Al tocco di un pulsante, tentano semplicemente di dare fuoco. Hanno deciso di incenerire nomi, reputazioni, società, paese e, se possibile, l’umanità stessa. La tua gloria, oh giornalismo, è stata uccisa sugli alti luoghi. Come sono caduti i potenti!

Mercoledì, questa settimana, c’è stato un altro tentativo di posizionarmi come un nemico del pubblico. Il 6 agosto di quest’anno, ero apparso su Sunrise Daily, il programma mattutino di Channel Television. L’argomento della discussione è stato un raduno il giorno precedente, organizzato dal gruppo Revolution Now. Quella manifestazione, intesa a silurare il normale ordine della società, ha attirato solo una manciata di persone, che hanno mostrato un paio di tacchi puliti nel momento in cui gli agenti di sicurezza si sono avvicinati.

Mi è stato chiesto cosa ne pensasse la Presidenza della manifestazione. Ho detto che era un non-evento, una semplice irritazione causata da una manciata di persone in livrea di giglio che sono scomparse non appena hanno visto la polizia.

Ma mercoledì, una mano ostile nascosta, figlio della perdizione, ha preso un video dell’intervista, l’ha montato e ha fatto sembrare che stessi reagendo alle proteste di EndSARS esistenti. In linea si è scatenato l’inferno, con persone che mormoravano maledizioni e maledizioni contro di me. Bene, queste cose possono essere restituite al mittente, quindi non mi ha infastidito. Una maledizione non si accenderà senza una causa, dice quel Libro dei Libri.

Sono felice che Channel Television sia stata sufficientemente professionale da fornire un tempestivo chiarimento. Ha pubblicato che quella che era stata fatta sembrare una nuova intervista era stata fatta bene più di due mesi prima. Grazie.

Chi voleva, ha creduto alla stazione televisiva. Un gran numero ha scelto di non farlo e ha bombardato le mie linee telefoniche con imprecazioni, imprecazioni e messaggi dal pozzo dell’inferno. Ebbene, se qualcuno sceglie di appartenere a quella regione inferiore, è una questione di scelta.

Parlando di bombardamenti sulle mie linee telefoniche, era iniziato domenica. Una mente odiosa aveva pubblicato i miei due numeri su Twitter, esortando le persone a trollarmi. Hanno chiamato finché le batterie del telefono non si sono scaricate. Mamma era la parola da me. “Fu insultato, ma non rispose”, questo è ciò che diceva il Buon Libro del mio maestro, quello su cui cerco di modellare la mia vita. Quindi, non ho detto una parola a nessuno dei chiamanti.

La raffica di chiamate odiose si stava spegnendo mercoledì quando è stato lanciato il video modificato. Si è scatenato di nuovo l’inferno. Le mie due linee iniziarono a squillare simultaneamente, tutte recanti messaggi odiosi, intrisi di minacce. Eppure, mamma era la parola da me. Nessun oltraggio per oltraggio, proprio come avrebbe fatto il mio Maestro. Cerchiamo di camminare sui Suoi passi, nonostante i nostri fallimenti occasionali, come semplici mortali.

Ora, perché penso che la gente cerchi di demonizzare chi è al governo e di abbatterlo? Molte ragioni. Cuori malvagi. Il cuore dell’uomo è malvagio e disperatamente malvagio. Se ti trovi in ​​una qualsiasi forma di posizione elevata, a loro piacerebbe vederti cadere. L’uomo è in uno stato decaduto e più ti vedono mordere la polvere, più sono felici.

In qualità di portavoce del presidente, si sono detti che stavi mentendo prima di aprire bocca per parlare. Chiedi loro di menzionare una bugia raccontata loro in cinque anni, e poi iniziano a sembrare degli sciocchi, persone con la mente confusa.

Di nuovo, l’invidia li consuma. Perché dovrebbe essere il portavoce presidenziale e io non posso esserlo? Ha due teste? Perché dovrebbe guadagnare quella paga grassa (lol, davvero molto grasso, grasso come Super Dee d’Africa) e non sono io a guadagnarla? Perché dovrebbe vivere in quartieri governativi, guidare auto ufficiali rifornite e servite dal governo (come vorrei che accadesse) e generalmente essere impermeabile alle difficoltà in città? L’invidia si trasforma in malizia e vengono consumati dalla cattiva volontà.

Ancora una volta, nel mio caso, dicono, perché è così fedele al suo capo? Perché non si unisce a noi per diffamarlo e odiarlo? Sì, amo il presidente Buhari, e lo faccio dal 1984, quando divenne capo di stato militare. E finché la Cina non si unirà all’Africa, lo amerò. “L’uomo più forte del mondo è colui che è più solo”, ha scritto Ibsen in Enemy of the People. Sì, milioni di persone amano appassionatamente il presidente Buhari, ma nell’improbabile caso che il numero scenda a dieci o meno, contatemi nel numero di coloro che rimangono. Che io serva o meno nel governo, Buhari è il mio uomo. Questo è il motivo per cui indosso i miei pantaloni migliori per servirlo, anche se Ibsen ha scritto che “non dovresti mai indossare i tuoi pantaloni migliori quando esci a combattere per la libertà e la verità”. Indosso il mio.

Alcune persone vogliono che mi unisco a loro per odiare il presidente. Non sarebbe mai successo. Non in questo mondo o nell’altro. Ho scelto il mio eroe, lascia che scelgano il loro. Quindi cercano di portarmi giù, ma più ci provano, più in alto mi vedono sulla cima della montagna.

Nel mio primo mese come consigliere speciale del presidente, il sultano Muhammad Sa’ad Abubakar di Sokoto era venuto alla villa presidenziale. Lo conoscevo molto prima di allora, e mi chiama Kulikulii, che è il mio indirizzo email, che avevo scelto per un po ‘di comico sollievo.

Quel giorno il Sultano disse: “Kulikulii, sei venuto per fare un lavoro difficilissimo, un lavoro ingrato. Guarda cosa è successo a quelli prima di te. Questo è il modo in cui le persone vorranno che tu finisca. Ma se il lavoro è stato ingrato per gli altri, per te, non sarà così “.

Il sultano stava profetizzando e io dissi un clamoroso amen, lo ringraziai e me ne andai. Non ho dimenticato quell’incontro, e di sicuro non lo farò.

Quindi, per tutti quelli che cercano di abbattermi, di farmi diventare un nemico del popolo, non ti sforzi invano? Per chi Jah benedica, nessun uomo maledizione, ha cantato Bob Marley. Il venditore di cibo può solo guardare un rospo che salta, il rospo non può mai finire nella sua pentola.

Per il giornalista falso, e per tutti coloro che hanno condiviso il suo rapporto malvagio, quella persona che ha manipolato l’intervista di Canali TV per generare odio, e tutti coloro che mi hanno assediato con telefonate e messaggi di testo virulenti, posso solo dire: “Padre perdonali, perché non sanno quello che fanno. “


CLICK TO DROP YOUR COMMENT