I poliziotti erano soliti pagare tangenti per essere inviati al dipartimento della SARS – L’ex sergente fa una rivelazione scioccante

Posted by on Oct 17, 2020, Under: News

I poliziotti erano soliti pagare tangenti per essere inviati al dipartimento della SARS – L’ex sergente fa una rivelazione scioccante

Un uomo nigeriano, il signor Fidelis Ogili, che era un sergente di polizia, ha denunciato alcuni mali nelle forze di polizia nigeriane.

Ogili racconta a RAPHAEL EDE come si è dimesso dopo circa 17 anni nella Forza a causa della presunta corruzione nel sistema

Quando sei entrato nella polizia e quando hai rassegnato le dimissioni?

Sono entrato nelle forze di polizia il 1 luglio 1982 e me ne sono andato il 31 maggio 1999. Ho trascorso 16 anni e 11 mesi nelle forze dell’ordine. Sono andato in pensione come sergente di polizia.

Cosa ti ha spinto a entrare nella polizia?

Mi sono iscritto perché non avevo un lavoro, ma dopo essere entrato in polizia, ho scoperto che era una professione nobile nonostante fosse tormentata da molte cose brutte. Tuttavia, per me era il posto giusto per iniziare.

Perché ti sei dimesso?

Ad un certo punto, ho scoperto che le cose stavano andando storte che non potevo cambiare e il problema stava influenzando la mia coscienza Quindi, me ne sono andato volontariamente.

Hai detto che te ne sei andato a causa della corruzione. Quanto è stato grave?

È stato molto brutto e sta peggiorando. Anche dire che era brutto è un eufemismo, ma non conosco altro modo per descriverlo. La corruzione era sistemica.

Potete fornire casi di corruzione all’interno delle forze di polizia?

Ad esempio, nelle stazioni di polizia dovrebbero esserci documenti di dichiarazione forniti dalle autorità di polizia per gli agenti che indagano sui casi. Dovrebbero esserci penne, uniformi e veicoli che hanno carburante. Ma tutte quelle cose non erano previste per i poliziotti. Come poliziotto, ci si compra le scarpe, le uniformi, la penna, i documenti di dichiarazione, il carburante per le auto di pattuglia e le carte d’identità. È qui che biasimo il sistema e le autorità di polizia per non aver fatto bene.

Come hanno svolto il loro lavoro gli agenti di polizia medi dal momento in cui sono arrivati ​​al lavoro fino al momento in cui se ne sono andati?

Sono stato addestrato all’istituto di polizia di Ikeja (Lagos) e assegnato al comando della polizia ferroviaria, Ebute Metta. Da lì sono stato trasferito al quartier generale della polizia, all’incrocio con Ebute Metta. Alle 5:30 del mattino, uno dovrebbe essere alla stazione, pronto per essere spedito al proprio posto di lavoro. Da lì, uno andrebbe dove è stato inviato. Se uno era al posto di sicurezza, doveva assicurarsi che ci fosse sicurezza lì.

Ci sono molte cose corrotte che fanno alcuni poliziotti; intimidiscono le persone e cercano tangenti. I poliziotti in Nigeria sono il gruppo di persone più potente perché le nostre leggi consentono loro di farla franca. Ecco perché la maggior parte dei poliziotti fa ogni sorta di cose come commettere omicidi e farla franca con qualsiasi cosa. La legge dice che possono arrestarne e trattenerne uno se ne sospettano uno. Possono entrare in casa di qualcuno se sospettano che stia succedendo qualcosa e non c’è nessuno che controlli se hanno preso le decisioni giuste.

Quindi, possono arrestare e detenere persone e nessuno farà loro domande, tranne quando le loro azioni influenzano i pezzi grossi ricchi, ricchi o politici. O se i media si appropriano della storia e chiedono responsabilità. Altrimenti, un nigeriano medio è alla mercé di un poliziotto sbagliato.

Hai portato l’attenzione delle autorità di polizia sulle pratiche di corruzione che hai notato prima di rassegnare le dimissioni?

No. È stata una decisione personale. In molte occasioni avevo mantenuto la mia posizione e ho avuto la fortuna di non essere affrontato. C’è stato un tempo in cui volevano mettermi nei guai postandomi in posti sbagliati perché stavo parlando contro alcune delle cose che succedevano. Un vice commissario di polizia che era molto potente nel comando della polizia di stato di Enugu si è poi schierato contro di me. Un giorno ho deciso di andarmene. Mi è stato detto che avrei dovuto pagare dei soldi al governo. Ho restituito lo stipendio di tre mesi alla Banca Centrale della Nigeria e mi sono dimesso.

La campagna #EndSARS è attualmente di tendenza a causa della brutalità e delle molestie nei confronti dei giovani da parte della polizia. Cosa puoi dirci di come hanno operato?

Il sistema è sporco, quindi il problema è sempre stato lì. In primo luogo, la polizia dovrebbe conoscere il numero di munizioni che ogni agente di polizia assume in servizio. Ma posso dirti che se l’ispettore generale della polizia ferma ora una squadra di poliziotti e chiede di sapere il numero di munizioni che hanno, avranno quasi tre o quattro volte il numero di munizioni che hanno ricevuto alla stazione. Da dove prendono le munizioni? Se un poliziotto sa di avere 10 colpi di munizioni che ha preso dall’ufficio e deve rendere conto delle munizioni alla stazione, non le userà con noncuranza. Ma il problema è che le munizioni sono in vendita. I capi di polizia dovrebbero andare a qualsiasi posto di blocco della polizia e controllare il numero di munizioni che hanno, vedranno che alcuni di loro hanno 10 caricatori ciascuno con sé. Quanti ne hanno dati alla stazione o al punto di decollo?

Affinché uno possa essere inviato alla Squadra Speciale Anti-Rapina, bisognerebbe pagare un sacco di soldi ad alcune persone della polizia per farlo. Essere intelligenti non era ciò di cui avevamo bisogno per arrivarci; hanno pubblicato le persone che volevano lì. Quindi, la SARS non era il problema, il problema è il sistema e la leadership della polizia. È ciò che semini che raccoglierai; non puoi mandare criminali o teppisti in un posto e aspettarti che si comportino bene.

Si ritiene che quando i poliziotti raccolgono tangenti per strada, ne diano una parte ai loro capi in ufficio. È vero?

Qualcuno non può essere a un posto di blocco per raccogliere denaro e dare saldo pubblicamente e non verrà fatto nulla se alcune persone non lo vogliono in questo modo. Ogni volta viene riportato dai media. Se non succede niente alla persona che li ha inviati, ci andranno a giorni alterni? Ad esempio, in ogni parte del sud-est, vedresti poliziotti pagare il saldo agli automobilisti dopo aver raccolto tangenti. Ogni giorno sono lì.

Perché è stato difficile impedire ai poliziotti di raccogliere tangenti se i loro capi vogliono davvero che finisca?

Il sistema è il problema e nessuno vuole guai, nemmeno i criminali. Se i criminali riescono a ottenere abbastanza di ciò che vogliono, si siederanno per goderselo. Come ho detto, le stazioni di polizia non ricevono carburante o denaro per mantenere il loro veicolo. Se vai alle officine della polizia, non vedrai nessuno dei loro veicoli in riparazione perché non ci sono pezzi di ricambio. È come dare loro i veicoli e dire: ‘Trovate un modo per metterci del carburante e fate il vostro lavoro; comunque tu voglia farlo. ‘ Quindi è stata data loro la libertà di farlo come vogliono. Penso che sia questo il problema. Allora come puoi chiedere la responsabilità? Hai mandato delle persone a lavorare per il pubblico, ma loro indossano i propri vestiti. I sarti della polizia che cuciono le divise della polizia raccolgono denaro da loro per cucire quei vestiti. Comprano le scarpe che indossano e altre cose di cui hanno bisogno, poi vanno ai posti di blocco. Ti aspetti che eseguano la magia?

Ogni volta che i tuoi colleghi hanno fatto qualcosa di sbagliato, come l’hai gestita?

Molte volte ero arrabbiato con loro per aver accettato tangenti. Non solo danneggia il pubblico, ferisce anche la persona che prende le tangenti perché non le farà pianificare come uscire dalla situazione. Mi sono rifiutato di seguirli in qualsiasi posto avessero pianificato di ottenere denaro illegalmente. È stato quando lavoravo alla stazione di polizia ferroviaria di Agege che ho iniziato a pensare a cosa fare fuori dalla polizia perché sapevo di non appartenere a lì. Sapevo che non sarei stato in grado di sopravvivere lì a lungo perché lo stipendio era scarso e nessuno si preoccupava del mio benessere.

Se fossimo malati e andassimo all’ospedale della polizia, lì non ci sarebbero droghe. Molti stati all’epoca non avevano nemmeno un ospedale di polizia, quindi eravamo soli. Dopo la giornata di lavoro, vendevo akara (torte di fagioli) al mercato di Yaba come agente di polizia. Mia moglie ha fritto l’akara. Li mettevo in un frigorifero e li portavo al mercato quando non ero in servizio e ci guadagnavo un po ‘di soldi. Questo mi ha aiutato a stare in piedi da solo. Ma un poliziotto che è sempre alla ricerca di qualcuno da cui raccogliere denaro non penserà mai a cosa fare al di fuori di quell’illegalità.

L’ispettore generale della polizia ha vietato alla squadra speciale federale anti-rapina di andare in pattuglia, pensa che frenerà gli eccessi di altre unità?

Quante volte l’IG ha vietato la SARS? Non ha vietato alla polizia di prendere soldi per la cauzione? Non ha vietato la raccolta di tangenti da parte della polizia? La polizia ha smesso di raccogliere denaro per la cauzione? Sono stanco di sentire che è stato vietato perché la dichiarazione non equivale a nulla. Vai nei villaggi ora, potresti vedere persone che indossano giacche della SARS e fanno ogni sorta di cose.

Puoi raccontarci una delle tue scoperte mentre sei in forza?

C’è stata una volta in cui il vice commissario della polizia nello stato è stato rapinato a New Haven (Enugu). L’allora commissario di polizia nello stato mi ha dato la responsabilità di esaminare il motivo per cui la rapina a mano armata era dilagante nello stato. Ho scoperto che i criminali erano soliti andare alle stazioni di polizia per ottenere informazioni dagli ufficiali di polizia di divisione e da ufficiali di divisione criminale dopo i briefing mattutini di lunedì in quel momento. Quei criminali si aggiravano dalla mattina alla sera il lunedì. Dopo i briefing mattutini, avrebbero chiesto ai DPO e ai DCO degli incontri e alcuni ufficiali disattenti avrebbero condiviso con loro il risultato. Alcuni agenti avrebbero raccontato loro le incursioni che la polizia aveva in programma di effettuare e così via.

La stessa cosa potrebbe ancora accadere. Siamo stati in grado di frenarlo e gli episodi di rapina si sono fermati a Enugu in quel momento.

La sorveglianza è fatta meglio con l’intelligenza. Se sei un poliziotto al posto di blocco che era stato istituito; tutti, compresi i ladri, possono vedere che sei un poliziotto. I ladri possono passare quella strada e tu non saprai che sono ladri ma sanno già cosa fai. Quindi, i blocchi stradali non sono efficaci quanto l’intelligenza. L’autorità di polizia dovrebbe trovare un modo per raccogliere informazioni perché finché continuano a trascurare il braccio della polizia dell’Ufficio per le indagini criminali e i servizi segreti, la Nigeria non vincerà mai la guerra contro la criminalità e la criminalità perché la polizia preventiva è migliore. Prevenire il crimine è il modo migliore per frenare il crimine perché se si consente che si verifichi un crimine, i criminali commetteranno un altro crimine per coprire il primo crimine. Ma se puoi impedire che si verifichi un crimine, puoi impedire che accadano molti altri crimini.

Ad esempio, ai nostri tempi, mandavamo dei ragazzi ad andare all’Institute of Management and Technology, Enugu, per studiare lì e molti di loro erano agenti sotto copertura in vari gruppi di culto e altre bande in cui venivano allevati alcuni criminali. Quindi, sono stati in grado di fermare molti crimini prima che fossero perpetuati. Abbiamo anche inviato alcuni anziani a unirsi a sindacati e gruppi del genere. Alcuni di noi sono diventati guardie di sicurezza in alcune strutture in cui pensavamo che il crimine si stesse perpetuando. Siamo stati in grado di scegliere una o due cose che ci hanno aiutato a fermare il crimine. In questi giorni, si sente parlare di bombardamenti oggi, dell’uccisione di un agente di polizia il giorno successivo e dell’invasione o dell’incendio di una stazione di polizia il giorno dopo. E purtroppo nessuno avrebbe saputo degli incidenti prima che accadessero. Non accadeva così in quei giorni perché nessun criminale poteva pianificarlo ed eseguirlo da solo.

Un rapinatore a mano armata ha come amico un borseggiatore; un borseggiatore ha un combattente di strada come amico e un combattente di strada ha un uomo innocente come amico. Quindi, in qualche modo il borseggiatore sentirà parlare delle attività del rapinatore armato e inconsapevolmente rivelarlo al combattente di strada mentre si vanta. Se la polizia ha fonti per strada, sapranno dei crimini prima che accadano e saranno in grado di stroncarli sul nascere. In questi giorni, sono disponibili molti gadget per aiutare la polizia a svolgere il proprio lavoro. Possiamo investire su di loro e ottenere risultati.


CLICK TO DROP YOUR COMMENT